CLEMENTE V
(pontificato 1305-1314)

 
                                                                                                                      
 

(Bertrand de Got) Nato a Villandraut, Guascogna, eletto papa a Perugia, incoronato a Lione anziché a Roma, iniziò il periodo avignonese del papato. Dante lo accusò di simonia (Inferno, XIX, 82-83). Debole di carattere, poco diplomatico e privo d'intuizione, si sottomise completamente a Filippo IV il Bello e iniziò un processo contro Bonifacio VIII, accusato di simonia, eresia, immoralità ecc. Il caso venne portato davanti al concilio di Vienna (1311), ma le accuse caddero quasi tutte.

Soppresso l'ordine dei Cavalieri Templari, che stavano diventando una potenza economica, lasciò che re Filippo IV il Bello si impadronisse delle loro ricchezze. Aggravatesi le sue condizioni di salute (sembra che fosse ammalato sin dall'incoronazione), si trasferì a Roquemaure sul Rodano, dove morì. La sua tomba a Uzes è andata distrutta.

Stemma Clemente V