Grande Madre e le Madonne (Vergini) Nere

 
                                                                                                        
 

Grande Madre (Venere) Willendorf - Austria

I primi missionari cristiani scoprirono in Gallia un gruppo di Celti intenti a venerare una figura femminile nell'atto di dare alla luce un bambino e spiegarono agli indigeni che, senza saperlo, stavano adorando un'immagine della Madonna e loro erano già cristiani.

Sul luogo sacro venne costruita una chiesa, e l'idolo pagano, trasferito al suo interno, si trasformava automaticamente in una rappresentazione cristiana; per giustificare la presenza di figurazioni mariane che, a volte, precedevano la stessa nascita di Maria, i teologi coniarono un termine "Prefigurazione della Vergine".

I luoghi di culto della Grande Madre nel nostro continente sono molteplici; le rappresentazioni della Dea si trovano quasi tutti in superficie ma, gran parte di esse, erano poste originariamente nel sottosuolo, dove la presenza delle correnti terrestri si fa maggiormente sentire.

Proprio dalla Grande Madre derivano probabilmente le celebri "Vergini Nere", le Madonne dal volto scuro venerate in tanti santuari.
Con un'operazione nota come "sincretismo", la stessa per cui agli dèi del voodoo di Haiti sono stati associate le immagine dei Santi cattolici importate dai missionari, la Grande Madre pagana avrebbe assunto il volto di Maria, colorato però in nero, come quello delle sue prime raffigurazioni.
Le immagini delle Vergini Nere contraddistinguerebbero dunque i luoghi particolarmente legati alla Grande Madre, gli stessi su cui, da sempre, gli uomini costruiscono i loro edifici sacri. 

Vergini nere sono disseminate nelle chiese di tutta Europa; in Italia se ne trovano a Cagliari, Crea del Monferrato, Crotone, Loreto, Lucca, Oropa, Pescasseroli, Rivoli, Roma, San Severo, Tindari, Venezia; in Francia addirittura novantasei. Le più famose sono quelle della cattedrale gotica di Chartres, chiamate Notre-Dame-sous-Terre e Notre-Dame-du-Pilier.

Si dice che alcuni individui particolarmente sensibili, avvicinandosi alle cappelle in cui sono collocate, provino una sensazione di mancamento: sono le correnti terrestri che, in quei punti, raggiungono il massimo della loro potenza, e che percorrono la colonna vertebrale del visitatore, non di rado provocando in lui un'improvvisa "illuminazione" mistica.

Inoltre, nel culto della Madonna rivive in modo concreto il culto pagano di Iside, che fu per due secoli la "Santa Madre" del mondo antico. Iside "che tutto vede e tutto può, stella del mare, diadema della vita, donatrice di legge e redentrice" era la donna divinizzata (culto ripetuto anche in altre mitologie). La si rappresentava come una giovane donna, inghirlandata dal loto azzurro della luna crescente, col figlioletto Horus tra le braccia. Non poche statue di Iside furono trasformate più tardi in immagini della Madonna. Anche i Druidi (sacerdoti pagani) onoravano la statua in legno di una donna, rappresentante la fecondità.

Iside con in braccio Horus

La Dea è spesso indicata come la "divinita’ dai mille nomi" , infatti Cerere , Epona , Amaterasu , Ishtar , Artemide , Diana , Demetra sono solo alcuni dei tanti nomi con i quali Dea Myrionyme (la dea dai mille nome appunto) e’ conosciuta. La stessa parola Myrionyme ricorda da vicino Myrion , il nome di "Maria" , la vergine cristiana creando così strani e non del tutto ingiustificati accostamenti.

MADONNE NERE IN ITALIA

Madonna di Monte Tranquillo – Pescasseroli (L’Aquila)

Madonna del Sacro Monte - Varese

Maria Mater Gratiae SS. Vergine di Oropa - Biella

Nostra Signora di Loreto - Graglia (Biella)

Madonna Nera di Groscavallo - Santuario di Forno Alpi Graie (Torino)

Madonna Nera di Rivoli (Torino)

Madonna Nera di Sampeyre (Cuneo)

Madonna Nera di Trana (Torino)

Nostra Signora di Celle - Trofarello (Torino)

S. Maria Cortelandini detta S. Maria Nera – Lucca

Madonna Nera di Loreto – Ancona

Beata Vergine della Tempesta - Tolentino (Macerata)

Maria SS. di Canneto – Santuario di Canneto (Settefrati) - Frosinone

Maria SS. Incoronata - Santuario dell’Incoronata (Foggia)

Maria SS. del Soccorso - Santuario del Soccorso – San Severo (Foggia)

Madonna Nera di Sovereto – Terlizzi - (Bari)

Madonna del Sacro Monte - Viggiano (Potenza)

Madonna Nera di Capocolonna - Crotone

Madonna Nera di Seminara – Reggio Calabria

Madonna Nera di Rogaro - Tremezzo (Como)

Madonna Nera della Civita – Itri (Latina)

Madonna Nera di Tindari – Messina

Madonna Nera di Cagliari

Maria SS. del Carmine - Napoli

Maria SS. la Bruna - Puccianiello (Caserta)

S. Maria Assunta – Positano (Salerno)

Madonna del Monserrato – Porto Azzurro – Fosso di Riale (Isola d’Elba)

Madonna Nera della Chiesa S. Lucia V. e M. – Fontechiari (Frosinone)

Maria SS. di Carpignano Salentino - Lecce

Maria SS. di Valverde - Tarquinia (Viterbo)

Beata Vergine di Castelmonte – Cividale (Udine)

Beata Vergine di San Luca – Bologna

Nostra Signora delle Grazie – Sori (Genova)

Beata Vergine Nicopeja - Venezia

Madonna Nera di Pralongo – Treviso

Madonna Nera di Tresivio – Sondrio

Maria SS. di Patmos  - Rosarno (Reggio Calabria)

Madonna Nera di Carboniano – Gemmano (Rimini)

Madonna Nera dei Carbonari - Longobucco (Cosenza)

Madonna del Sasso Malesco - Finero (Verbano)

Madonna della Lettera - Palmi (Reggio Calabria)

 

MADONNE NERE IN FRANCIA

Notre Dame des Graces - Aix Bouches du Rhone

Arconsat Puy-de-Dome

Notre Dame des Neiges - Aurillac Cantal

Beaune Cote d'Or

Boulogne-sur-Mer Pas-de-Calais

Notre Dame de la Chapelle Geneste - Haute-Loire

Charlieu Loire

Chartres Eure-et-Loire

Notre Dame de Clermont - Clermont-Ferrand  Puy-de-Dome

St-Christophe les Gorges-Cantal

Clery Loiret

Couterne Orne

La Delivrande Calvados

Dijon Cote d'Or

Dorres Pyrenees-Orientales

Err Pyrenees-Orientales

Ferrieres Loiret

Font-Romeu/Odeillo Pyrenees-Orientales

Fourviere Lyon

St-Germain-Laval Loire

St-Gervazy Puy-de-Dome

Goult-Lumieres Vaucluse

Guingamp Cotes-du-Nord

St-Jean-Cap-Ferrat Alpes-Maritimes

Liesse Aisne Limeuil Dordogne

La Lizolle Puy-de-Dome

Longpont-sur-Orge Seine-et-Oise

Lyon Rhone

Maillane Bouches-du-Rhone

Marsat Puy-de-Dome

Meymac Correze

Notre Dame de Bethleem - Ferrieres Loiret

Notre Dame de la Confession - Marseilles Bouches-du-Rhone

Notre Dame de Marceille - Limoux Aude

Notre Dame des Miracles - Mauriac Cantal

Mende Lozere

Mezieres Ardennes

Modane Savoie

Moulins Allier

Murat Cantal

Myans Savoie

Orcival Puy-de-Dome

Orleans Loiret Paris

Pignans Var

Le Puy en Velay Haute-Loire

Notre Dame du Marthuret - Riom  Puy-de-Dome

Rocamadour Lot

Les Saintes Maries de la Mer Gard

Sarrance Basses Pyrenees

Notre Dame du Chateau - Tarascon Bouches-du-Rhone

Tarascon-sur-Ariege Ariege

Thuir Pyrenees-Orientales

St-Victor-Marseille

Vierge des Croisades - Thuret Puy-de-Dome

Toulouse Haute-Garonne

Valfleury Loire

Vassiviere/Besse Puy-de-Dome

Vernay Loire

Notre Dame de Vichy - Vichy Allier

MADONNE NERE IN SPAGNA

Atocha - Madrid

Candelaria - Tenerife

De los Milagros - Agreda Soria

Del Pilar - Saragozza

Guadalupe - Caceres

La Alberca Pena de Francia - Salamanca

Montserrat - Barcellona

Regla Chipiona - Cadiz

Solsona - Lerida

Torreciudad - Alta Aragona

MADONNE NERE IN GERMANIA

Altotting - Baviera

MADONNE NERE IN POLONIA

Czestochowa

Per ben comprenderne l'intensità e l’importanza del culto della Vergine Madre presso i Cavalieri Templari, basta leggere gli antichi regolamenti dell' Ordine, in cui è scritto: "le orazioni a Nostra Signora si devono recitare ogni giorno, per prime, nella Magione, salvo la compieta di Nostra Signora che si recita tutti i giorni, nella Magione, per ultima, poiché nel Nome di Nostra Signora ebbe inizio il nostro Ordine, e in Suo onore, se Dio vuole, sarà la fine della nostra vita e dell'Ordine stesso, quando a Dio piacerà che ciò accada".